METEO
BORSA
02/03/2024 14:50
Zalando
ESTERI
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Bakhmut isolata, attesa per l'attacco finale delle forze russe

Si combatte ormai casa per casa, circondata la città nell’oblast di Donetsk. L’esercito ucraino ha ricevuto l’ordine di ripiegare e lasciare la città in mano a Mosca. 10 vittime negli attacchi a Zaporizhzhia, anche un bambino

Si combatte senza sosta a Bakhmut, nell’oblast di Donetsk. Stando ai media ineternazionali, che citano fonti locali, la città è quasi completamente circondata dalle truppe russe. Ancora non è chiaro quanti soldati ucraini siano rimasti all’interno asserragliati a difendere la prima linea. Secondo gli ucraini, alcuni reparti hanno già ricevuto l’ordine di ripiegare, mentre l’esercito di Mosca e la milizia di Wagner si preparano a sferrare l’attacco finale.

Intanto le forze russe hanno bombardato sabto mattina la città di Nikopol, nella regione di Dnipropetrovsk, nell’Ucraina meridionale: lo scrive su Telegramm il capo dell’Amministrazione militare regionale, Serhiy Lysak. L’attacco non ha provocato feriti o vittime, ma un’impresa e quattro abitazioni sono state danneggiate, mentre una linea elettrica è stata interrotta. A Marganets, pochi km da Nikopol, attacco dell’artiglieria. Attacco missilistico russo anche su un condominio a Zaporizhia: 10 il bilancio delle vittime, tra cui un bambino. Lo ha affermato su Facebook l’Ufficio statale per i servizi di emergenza nella regione di Zaporizhia. Nel corso di due giorni, i soccorritori hanno bonificato l’area dell’attacco missilistico russo che ha colpito un condominio a Zaporizhia, rimuovendo oltre 333 tonnellate di detriti.

Sul fronte diplomtico invece, al vertice dei ministri degli Esteri, a Nuova Delhi, il capo della diplomazia russa, Sergei Lavrov, a sorpresa, ha accettato la proposta di un colloquio avanzata dal Segretario di Stato Antony Blinken. Contatto breve, solo dieci minuti secondo i beninformati, ma comunque significativo perché i due non si erano più parlati dal 24 febbraio 2022, il giorno dell’attacco russo all’Ucraina.
04-03-2023

Linear

Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy