METEO
BORSA
16/06/2024 21:01
Zalando
POLITICA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Agire
«De Angelis resta al suo posto, non revoco fiducia»

Così il presidente della Regione Lazio Rocca: «Il suo un errore dettato da forte coinvolgimento personale». L'opposizione insiste: scuse di De Angelis insufficienti, lasci

Il Presidente Rocca conferma la permanenza di Marcello De Angelis nella sua posizione nonostante la controversia scaturita dalle sue dichiarazioni sulla strage di Bologna. Rocca afferma che dopo un incontro con De Angelis e una serie di profonde riflessioni, ha deciso di mantenere la fiducia in lui come responsabile della comunicazione della Regione Lazio. 

Rocca riconosce che le dichiarazioni di De Angelis hanno suscitato offese e turbamenti in molte persone, ma attribuisce l'errore a un forte coinvolgimento personale e affettivo nei confronti degli eventi tragici che ancora oggi animano la coscienza nazionale e il dibattito politico.

Il Presidente esprime il suo pensiero e la sua solidarietà alle famiglie delle vittime di Bologna, riconoscendo il potere di una singola parola sbagliata nel riaprire ferite mai completamente rimarginate. Sottolinea poi l'importanza del rispetto per le sentenze e afferma di aver sempre agito nel rispetto delle opinioni altrui e della libertà di espressione, senza mai censurare nessuno, considerando il dialogo come un principio guida in tutte le sue attività e si impegna ad ascoltare il dolore che può essere celato anche dietro agli errori commessi.

Rocca conclude affermando che, dopo una ponderata riflessione, ha deciso di comprendere e perdonare De Angelis, riconoscendo la sua sincerità nell'esprimere il rimorso. De Angelis, aggiunge, è una risorsa valida per la sua struttura e spera che le scuse pubbliche espresse sui social possano essere percepite con la stessa autenticità con cui le ha percepite lui.

Tuttavia, l'opposizione politica alla Pisana, rappresentata dai capigruppo Mario Ciarla (Pd), Roberta Della Casa (5s), Marietta Tidei (Azione-IV), Claudio Marotta (Verdi e Sinistra), Alessandra Zeppieri (Polo Progressista) e Alessio D'amato (Insieme per il Lazio), ha depositato una richiesta per un Consiglio straordinario riguardo alle dichiarazioni gravi di De Angelis, ritenendo che la discussione e la decisione non dovrebbero essere lasciate al presidente e al suo stretto collaboratore, ma debbano essere affrontate nelle sedi istituzionali adeguate. L'opposizione sostiene che le scuse di De Angelis siano state insufficienti e che egli non debba continuare a guidare la comunicazione istituzionale della Regione Lazio.
08-08-2023


Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy