METEO
BORSA
02/03/2024 14:06
HI-TECH
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
La Soyuz si è agganciata alla Iss: salgono a bordo due russi e un'americana

Il veterano russo Kononenko e il suo compagno Tchoub, insieme all'astronauta americana della NASA O'HaraLeur, sono saliti a bordo. “Lassù andiamo d’accordo”

Due cosmonauti russi e un astronauta statunitense sono giunti sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) in un raro atto di cooperazione internazionale, nonostante le tensioni tra Russia e Stati Uniti. Oleg Kononenko e Nikolai Tchoub, veterani cosmonauti russi, insieme all'astronauta della NASA Loral O'Hara, hanno viaggiato a bordo di una capsula Soyuz dal cosmodromo di Baikonur, in Kazakistan. Il loro arrivo è avvenuto tre ore dopo la partenza.

L'equipaggio ha espresso entusiasmo per la missione, con O'Hara descrivendola come un momento speciale. Per lei, questo è il suo primo viaggio nello spazio. Chub, anch'esso al suo primo volo, ha condiviso il suo sogno d'infanzia di viaggiare nello spazio e l'importanza della missione.

Questi tre astronauti sostituiranno l'equipaggio precedente sulla ISS, composto da russi e americani, il cui soggiorno è stato prolungato a causa di problemi alla navicella di rientro. Il settore spaziale rimane uno dei pochi ambiti di collaborazione tra Russia e Stati Uniti, nonostante le tensioni legate al conflitto in Ucraina. Gli astronauti hanno sottolineato l'importanza della ISS come simbolo di pace e cooperazione, evidenziando la buona relazione tra i membri dell'equipaggio nello spazio, a differenza delle tensioni sulla Terra.
16-09-2023

Linear

Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy