METEO
BORSA
02/03/2024 14:43
SPORT
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Agire
La corte europea dà l'ok alla Superlega

Parte una rivoluzione nel calcio. La Corte di giustizia europea è categorica: “Impedire ai club e ai giocatori di giocare in competizioni come la Superlega è illegale”

La Corte di Giustizia Europea ha emesso una sentenza favorevole alla Superlega, evidenziando un presunto abuso di potere dominante da parte della FIFA e dell'UEFA, accusate di esercitare un monopolio nel mondo del calcio. 

Secondo la Corte, le regole di approvazione preventiva delle competizioni calcistiche per club, tra cui la Superlega, stabilite da FIFA e UEFA, violano il diritto dell'Unione Europea, andando contro il diritto della concorrenza e della libera prestazione dei servizi.

La Corte afferma che quando un'impresa detentrice di una posizione dominante ha il potere di influenzare le condizioni di accesso al mercato per le imprese concorrenti, tale potere deve essere regolato da criteri trasparenti, oggettivi, non discriminatori e proporzionati. Tuttavia, la FIFA e l'UEFA non sono soggette a tali criteri, e pertanto la Corte sostiene che stanno abusando della loro posizione dominante.

La sentenza specifica che le norme arbitrarie delle due organizzazioni in materia di approvazione, controllo e sanzioni rappresentano restrizioni ingiustificate alla libera prestazione dei servizi. Tuttavia, la Corte non si pronuncia specificamente sulla Superlega, ma piuttosto sulle regole generali di FIFA e UEFA.

La Corte rileva anche che le norme di FIFA e UEFA relative allo sfruttamento dei diritti mediatici danneggiano i club calcistici europei, le società attive nei mercati dei media e, alla fine, i consumatori e i telespettatori. Tuttavia, la Corte lascia alla decisione del Tribunale di Commercio la valutazione se tali regole possano comunque portare benefici a diversi attori nel calcio.

Il CEO di A22 Sports, Bernd Reichart, commenta la sentenza dichiarando che la Superlega ha ottenuto il diritto di competere, sottolineando la fine del presunto monopolio dell'UEFA e affermando che i club sono ora liberi da minacce di sanzioni, in grado di determinare autonomamente il proprio futuro. Reichart assicura che ai club saranno garantiti redditi e contributi di solidarietà.
21-12-2023


Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy