METEO
BORSA
02/03/2024 14:45
ESTERI
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Zalando
Gaza, Israele intensifica gli attacchi nel Sud

Morti 15 civili. Accuse di genocidio, “Israele comparirà alla Corte dell'Aja”. Hamas avrebbe proposto un nuovo accordo per lo scambio dei prigionieri, ignorato da Tel Aviv

Nel sud di Gaza, gli attacchi aerei e con i carri armati israeliani si sono intensificati durante la notte, secondo quanto riportato dai residenti al Times of Israel. Il ministero della Sanità di Hamas ha aggiornato intanto a 22.185 morti il bilancio delle vittime nella Striscia a seguito di tali attacchi.

In una mossa senza precedenti, Israele ha deciso di comparire davanti alla Corte penale Internazionale dell'Aia per difendersi dalle accuse del Sudafrica di compiere un genocidio a Gaza. Il capo del Consiglio di sicurezza nazionale, Tzachi Hanegbi, ha comunicato a Yedioth Ahronoth che Israele parteciperà al procedimento e confuterà l'accusa ritenuta "assurda" e equivalente a diffamazione. La Corte Internazionale di Giustizia ha confermato di aver ricevuto la richiesta del Sudafrica di perseguire Israele per genocidio nella Striscia.

Hamas ha proposto a Israele un nuovo accordo sui prigionieri attraverso intermediari del Qatar e dell'Egitto. Tuttavia, Israele avrebbe respinto l'offerta ritenendola inaccettabile. La proposta prevedeva un processo in tre fasi, con pause nelle ostilità in cambio del rilascio di ostaggi. Nonostante l'insuccesso iniziale, i negoziati non sono bloccati, e secondo un funzionario israeliano, si stanno compiendo progressi significativi. Hamas detiene ancora oltre 100 ostaggi a Gaza, nonostante un precedente accordo di tregua mediato dal Qatar il 24 novembre.
02-01-2024


Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy