METEO
BORSA
02/03/2024 14:39
SPORT
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Agire
Australian Open: Sinner batte Medvedev

Nei primi due set il russo è praticamente ingiocabile: 3-6, 3-6. Poi l'azzurro ritrova il suo tennis e chiude terzo e quarto set per 6-4. Nel quinto basta un break: 6-3 finale e primo titolo dello Slam per lui

Jannik Sinner esce vincitore dalla sfida contro Daniil Medvedev nella finale dell'Australian Open e porta a casa il suo primo titolo dello Slam. Un match dai due volti, molto nervoso, con il russo sceso in campo pronto a cancellare le ultime 3 partite contro l'azzurro che l'hanno visto uscire dal campo sconfitto (dopo aver vinto sei volte di fila).

Pronti via e sull'1-1 arriva il primo break del parziale che consente a Medvedev di condurre in scioltezza. Molto incisivo al servizio ed efficace in risposta, il numero 3 del mondo si porta velocemente sul 5-3. Qui Jannik si arrende definitivamente cedendo ancora la battuta e con essa il set: 3-6.

Nel secondo parziale la musica non cambia. Il russo macina il suo gioco contro l'azzurro che appare smarrito. E sul 2-1 per Medvedev arriva la svolta: Jannik cede di nuovo la battuta, permette al suo avversario di andare sul 4-1 e poi 5-1 con un altro break. Qui però qualcosa cambia: l'azzurro ha un scatto di orgoglio, recupera un break, si porta sul 3-5 e ha pure la palla per strappare nuovamente il servizio all'avversario ma la manca e Medvedev chiude il secondo set 6-3.

Il terzo set risente delle ultime fasi del parziale precedente. Jannik si mostra più in fiducia, commette meno errori e costringe il russo spesso alle corde anche sul suo servizio. Il momento-chiave è sul 5-4 per l'azzurro quando costringe Medvedev a cedere il servizio e così accorcia le distanze: 6-4.

Nel quarto parziale regna la tensione. Sul 2-1 Jannik ha una palla break ma il russo si salva. La stessa occasione ce l'ha Medvedev sul 3-3 sevizio Sinner, l'azzurro però riesce ad annullarla con un ace. Sul 5-4 Sinner, come nel precedente parziale, Jannik si ripete: break nel momento clou, 6-4 e partita riequilibrata.

Al quinto set, dopo più di 3 ore e mezza di gioco, Medvedev si tiene in campo con le ultime forze che gli sono rimaste al termine di un torneo dove ha speso molto per raggiungere l'ultimo atto. I game volano via veloci, col servizio da una parte e dall'altra a farla da padrone. Sul 3-2 però Jannik si trova avanti 0-40, e alla secondo occasione strappa la battuta al russo, vola 4-2 e non si guarda più indietro: chiude 6-3. Primo titolo del grande Slam per lui, e primo Slam per un italiano dal 1976 quando Panatta vinse al Roland Garros (prima di lui solo Nicola Pietrangeli, sempre a Parigi, nel 1959 e 1960).
28-01-2024


Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy