METEO
BORSA
02/03/2024 14:36
CRONACA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Foibe, Meloni e Tajani a Trieste alla commemorazione delle vittime

La premier nel Giorno del Ricordo: «L'Italia onora la memoria di chi fu vittima di quegli orrori disumani e non dimentica il dolore patito da chi fu costretto ad abbandonare la propria casa e la propria terra». Mattarella: «Minimizzare quanto accadde è un affronto alle vittime»

Oggi a Trieste si è svolta una cerimonia solenne davanti al monumento dedicato alle vittime della foiba di Basovizza. La presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, e il vicepremier Antonio Tajani hanno partecipato all'evento. La premierr ha espresso il suo pensiero alle vittime delle foibe e agli esuli di Istria, Fiume e Dalmazia. Attraverso i social, ha scritto: "L'Italia onora la memoria di chi fu vittima di quegli orrori disumani e non dimentica il dolore patito da chi fu costretto ad abbandonare la propria casa e la propria terra per amore dell'Italia."

Successivamente, Meloni si è recata alla stazione centrale di Trieste, binario 1, per l'inaugurazione del "Treno del Ricordo". Le parole del capo dello Stato, Sergio Mattarella, hanno ribadito la gravità di minimizzare o negare quanto accaduto durante le foibe. Nel corso della commemorazione al Quirinale, ha sottolineato che ciò rappresenta "un affronto alle vittime e un danno alla coscienza dell'Italia". Mattarella ha ricordato i quasi ventimila italiani torturati, assassinati e gettati nelle fenditure carsiche dalle milizie jugoslave di Tito alla fine della Seconda guerra mondiale.

Diverse città italiane sono coinvolte nelle commemorazioni, con eventi simbolici e deposizioni di corone d'alloro. A Verona, il ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, ha presenziato alla deposizione di una corona al cimitero monumentale. A Napoli, il sindaco Gaetano Manfredi ha deposto una corona d'alloro davanti alla lapide nel bosco di Capodimonte, commemorando le vittime delle foibe e degli esuli giuliano-dalmati.

A Milano, autorità civili, militari e associazioni degli esuli istriani, fiumani e dalmati si sono riunite in piazza della Repubblica. In questo luogo, che ospita il monumento dedicato ai Martiri delle Foibe, è stata organizzata una cerimonia di commemorazione con la deposizione di corone di fiori.
10-02-2024

Linear

Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy