METEO
BORSA
25/04/2024 10:23
Zalando
ESTERI
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Agire
Media israeliani: "no" di Hamas all'intesa su una tregua

Idf: colpiti depositi di armi Hezbollah nel Sud del Libano. Esercito d'Israele: colpiti "8 obiettivi terroristici significativi". Due soldati israeliani morti a Gaza

La situazione nella Striscia di Gaza continua a essere tesa, con Hamas che ha respinto la proposta di un cessate il fuoco temporaneo avanzata attraverso canali diplomatici. Secondo la radio dell'esercito israeliano, riportato dal Times of Israel, Hamas ha definito la proposta come "un documento sionista", sottolineando la mancanza di accoglimento delle richieste di porre fine alla guerra e di consentire il ritorno degli sfollati nel nord della Striscia palestinese.

Hamas avrebbe anche obiettato al numero ritenuto troppo esiguo di prigionieri palestinesi che verrebbero rilasciati in cambio degli ostaggi israeliani. La proposta di accordo prevede una pausa di sei settimane delle ostilità, durante la quale circa 40 ostaggi israeliani sarebbero liberati in cambio di circa 400 detenuti palestinesi.

Il ministero della Sanità di Gaza, guidato da Hamas, ha comunicato intanto un bilancio delle vittime che conta 29.954 morti nella Striscia. Le forze di difesa israeliane invece annunciano la perdita di due ufficiali durante gli scontri nel nord di Gaza, portando a 242 il totale dei morti nell'offensiva contro Hamas. Sette soldati del battaglione Tzabar sono rimasti gravemente feriti a seguito dell'esplosione di un ordigno nel quartiere Zeitoun di Gaza City.

L'esercito israeliano ha dichiarato di aver colpito otto "obiettivi terroristici significativi" durante la notte, responsabili del lancio di razzi verso la città di Ashkelon. Le Forze di Difesa israeliane hanno segnalato l'attacco a "tunnel del terrore e infrastrutture utilizzate dagli operatori terroristici".

In ulteriori operazioni, le truppe di terra israeliane hanno effettuato incursioni mirate a Khan Younis, localizzando armi e attrezzature militari. I paracadutisti delle Idf hanno eliminato terroristi con il fuoco dei cecchini, mentre un jet da combattimento ha colpito un compound militare a Khan Younis, prevenendo un'imboscata alle truppe.

Sempre sul campo, le forze armate israeliane hanno colpito depositi di Hezbollah, inclusi un deposito di armi e un impianto di produzione nell'area di Ramyeh, nel sud del Libano. L'Idf ha dichiarato di aver risposto al lancio di razzi su Kiryat Shmona, bombardando i siti di lancio con l'artiglieria.
28-02-2024

Linear

Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy