METEO
BORSA
23/05/2024 09:11
ESTERI
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Agire
Netanyahu: “O noi o loro, i mostri di Hamas”

I tank israeliani avanzano ancora nel campo profughi di Jabalia. Gaza: “Più di 35mila morti”. Blinken attacca: “L’operazione a Rafah creerà solo caos”

Durante la cerimonia principale per il Giorno dei Caduti (Yom HaZikaron) sul Monte Herzl a Gerusalemme, il premier Benyamin Netanyahu ha detto che la guerra a Gaza rappresenta "una scelta tra la libertà e la prosperità contro la disperazione, l'assassinio, la violenza, lo stupro", aggiungendo che Israele è determinato a vincere questa battaglia, che considera come un'estensione della Guerra d'Indipendenza.

Intanto l'Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati Palestinesi (UNRWA) ha segnalato che quasi 360.000 persone hanno abbandonato Rafah dopo il primo ordine di evacuazione emesso una settimana fa. Ulteriori bombardamenti e ordini di evacuazione nel Nord di Gaza hanno causato ulteriori sfollamenti e paura tra le famiglie, con l'UNRWA che sottolinea la mancanza di sicurezza senza un cessate il fuoco. Per il Segretario di Stato degli Stati Uniti Antony Blinken, una potenziale offensiva a Rafah potrebbe portare all'anarchia senza eliminare Hamas. Blinken ha inoltre sottolineato la mancanza di un piano per il periodo successivo alla fine delle ostilità. Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha invece lodato gli sforzi di Hamas verso un accordo di pace duraturo mentre criticava il governo israeliano per gli attacchi contro i civili a Rafah. Erdogan ha accusato Israele di passare al "fascismo" quando si tratta dei propri interessi.

Sul campo di battaglia, i carri armati israeliani hanno intensificato le loro operazioni, spingendosi ulteriormente all'interno di Jabalia nel Nord della Striscia di Gaza, mentre continuavano gli attacchi aerei su Rafah nel Sud. I residenti riferiscono di distruzioni e fuga di civili, mentre l'ala armata di Hamas conferma scontri a fuoco con le forze israeliane.
13-05-2024

Linear

Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy