METEO
BORSA
16/06/2024 21:26
Zalando
ESTERI
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Agire
Hamas accetta la risoluzione Onu per il cessate il fuoco

Bombe israeliane su appartamenti a Gaza City, almeno 8 morti. 4 soldati israeliani uccisi nel sud di Gaza. Nuove sanzioni Usa contro la rete economica degli Houthi

In una dichiarazione rilasciata oggi, Hamas annuncia di accettare la risoluzione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite per il cessate il fuoco e si è detto pronto a negoziare i dettagli. Sami Abu Zuhri, alto responsabile di Hamas, ha comunicato a Reuters l'intenzione dell'organizzazione di collaborare con il piano di tregua.

Il Consiglio di sicurezza dell'ONU ha adottato ieri una risoluzione proposta dagli Stati Uniti a sostegno del piano di cessate il fuoco a Gaza, inizialmente annunciato il 31 maggio dal presidente americano Joe Biden. La risoluzione, che invita Israele e Hamas ad attuare immediatamente e senza condizioni i termini del cessate il fuoco, è stata approvata con 14 voti favorevoli e un'astensione, quella della Russia.

Reut Shapir Ben-Naftaly, rappresentante permanente di Israele presso le Nazioni Unite, ha dichiarato che Israele proseguirà le sue operazioni a Gaza e non si impegnerà in negoziati che potrebbero essere sfruttati da Hamas. Ben-Naftaly ha ribadito che Israele mira a garantire che Gaza non rappresenti una minaccia futura, concentrandosi su obiettivi come il ritorno degli ostaggi e lo smantellamento delle capacità di Hamas. Il primo ministro israeliano Benyamin Netanyahu ha confermato il suo impegno per il cessate il fuoco, come riportato dal segretario di Stato americano Antony Blinken.

Sul campo, in un'operazione a Rafah, quattro soldati israeliani sono stati uccisi ieri da un'esplosione causata da una trappola esplosiva in un edificio, dove è stato successivamente trovato un tunnel. Altri sette soldati sono rimasti feriti, di cui cinque in modo grave. Secondo i media locali, almeno otto persone, principalmente bambini, sono state uccise invece in un attacco israeliano contro un appartamento residenziale a Gaza City. Un altro attacco nel quartiere Sheikh Radwan ha provocato la morte di almeno una persona. Le operazioni di soccorso sono in corso per cercare superstiti sotto le macerie.

Nel frattempo, gli Stati Uniti hanno imposto nuove sanzioni contro dieci individui, navi e compagnie legate ai ribelli Houthi dello Yemen. Il Dipartimento del Tesoro americano ha mirato nuovamente alla rete dell'intermediario finanziario Said al-Jamal. Tra gli obiettivi c'è anche la Lainey Shipping Ltd, proprietaria di una nave battente bandiera panamense che trasportava carichi sanzionati. Gli Houthi continuano a utilizzare una vasta rete di supporto per facilitare le loro attività illecite, secondo Washington.
11-06-2024


Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy