METEO
BORSA
24/07/2024 11:13
Zalando
POLITICA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Pnrr, avviata procedura per richiesta della sesta rata

Importo pari a 8,5 miliardi di euro. Complessivamente l'Unione europea ha stanziato 194,4 miliardi di euro per il piano italiano. Meloni: "Primi a chiederla"

Il governo italiano si prepara a chiedere alla Commissione europea il pagamento della sesta rata del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), per un valore di 8,5 miliardi di euro. L'annuncio è stato fatto dalla Presidente del Consiglio Giorgia Meloni durante una riunione della Cabina di regia a Palazzo Chigi.

Meloni ha sottolineato l'importanza di questo passo, che renderebbe l'Italia il primo paese in Europa a richiedere sia la quinta che la sesta rata del PNRR. Se la valutazione della Commissione sulla quinta rata sarà positiva, come il governo si aspetta, l'Italia potrebbe ricevere altri 10,6 miliardi, portando il totale dei fondi ricevuti a oltre 113 miliardi sui 194,4 stanziati dall'UE.

La sesta rata comprende 37 obiettivi e traguardi, tra cui investimenti strategici come la realizzazione della Linea Adriatica, un nuovo gasdotto sulla direttrice Nord-Sud, e l'avvio delle opere infrastrutturali per la Zona Economica Speciale (ZES) Unica del Sud. Altri progetti includono la digitalizzazione della Guardia di Finanza, la formazione del personale sanitario e crediti d'imposta per la transizione ecologica.

La Cabina di regia ha verificato lo stato di attuazione di questi obiettivi, notando progressi in vari settori, dalla tutela ambientale al potenziamento delle infrastrutture sportive scolastiche, fino alla digitalizzazione del turismo.

Il governo enfatizza l'importanza di questi interventi per modernizzare l'Italia, migliorare i servizi ai cittadini e sostenere le imprese. Particolare attenzione è stata data al rafforzamento dei controlli sulla spesa dei fondi PNRR, con la Guardia di Finanza che ha già effettuato oltre 3.600 interventi per verificare la corretta allocazione di circa 9,3 miliardi di euro.
24-06-2024


Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy