METEO
BORSA
24/07/2024 11:22
Zalando
ESTERI
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Elezioni in Francia, il governo ora è un rebus

Al secondo turno al NFP (Sinistra) vanno fra 182 e 193 seggi, ad Ensemble (Centro) fra 157 e 163, al RN (estrema Destra) e alleati fra 136 e 144. Il premier Attal si dimette

Dopo le elezioni legislative, svolta politica in Francia con un trionfo inaspettato della sinistra. Il Nuovo Fronte Popolare, una coalizione di forze di sinistra, ha ottenuto la maggioranza relativa nell'Assemblea Nazionale con 182 seggi, superando il partito centrista Ensemble del presidente Macron, fermo a 168 seggi. Il Rassemblement National di Marine Le Pen, alleato con una parte dei Republicains, si è assicurato 143 seggi, consolidando la sua posizione come terza forza politica del paese. Da record l'affluenza: il 66,7% degli aventi diritto che è recato alle urne nel secondo turno, segnando il livello più alto di partecipazione dal 1997.

L'esito del voto ha scosso gli equilibri politici francesi, ponendo sfide significative alla governabilità del paese. In risposta ai risultati, l'Eliseo ha dichiarato che il presidente Macron rispetterà la scelta sovrana del popolo francese, pur sottolineando la difficoltà di formare una coalizione stabile che raggiunga la maggioranza assoluta di 289 deputati. Il Primo Ministro Gabriel Attal ha presentato le sue dimissioni, ma non è ancora chiaro se Macron le accetterà immediatamente o chiederà al governo di rimanere in carica temporaneamente per garantire la continuità dell'azione esecutiva.

La vittoria della sinistra ha scatenato l'esultanza in tutta Parigi, con migliaia di persone che hanno invaso le strade, in particolare Place de la République, per celebrare quello che considerano un cambiamento storico. La sfida ora è per una configurazione politica che pone Macron di fronte alla sfida più complessa del suo mandato presidenziale. Dovrà infatti navigare in un panorama parlamentare frammentato, cercando alleanze e compromessi per portare avanti la sua agenda politica.
08-07-2024


Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy