METEO
BORSA
12/11/2019 03:08
POLITICA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Agire
Lega: sfiduciare Conte. Ed è già scontro Salvini-M5S

Mozione del Carroccio in Senato, Casellati convoca i capigruppo per lunedì prossimo. Salvini: «Renzi-Di Maio, toni simili». M5S lo attacca: «Inventa altro, giullare»

«La Lega presenta in Senato una mozione di sfiducia al premier Giuseppe Conte. Troppi no (da ultimo il clamoroso e incredibile no alla Tav) fanno male all?Italia che invece ha bisogno di tornare a crescere e quindi di andare a votare in fretta. Chi perde tempo danneggia il Paese e pensa solo alla poltrona?». Così La lega.

Si accelera dunque verso la crisi di governo in sede parlamentare. Deputati e senatori restano ora in attesa della convocazione ufficiale. Conte comunque, anziché salire al Colle per rimettere il mandato come avrebbe voluto il leader leghista, aveva già chiesto la "parlamentarizzazione" della crisi, deciso a recarsi in Parlamento per incassare la sfiducia, sfidando Salvini a recarsi in Senato e spiegare i motivi che lo hanno indotto a staccare la spina. I tempi li decideranno i due presidenti di Camera e Senato, quindi tutto passa nelle mani del presidente della Repubblica che potrà decidere se affidare un mandato al premier attuale per un Conte bis. Oppure se affidare l'incarico a un'altra personalità a capo di un governo che porti il Paese alle elezioni per la fine di ottobre con un ministro dell'Interno, responsabile della macchina elettorale, che non sia il leader leghista.

Intanto Salvini preme per andare al voto subito instilla dubbi. «Sento toni simili tra Pd e Di Maio, sarebbe incredibile che ci fosse un governo così», dice da Termoli. «Spero che Conte non pensi a un altro governo come premier, diverso da questo. Ci siamo sempre detti che dopo questo governo ci sarebbero state solo le elezioni. Un governo Pd-Di Maio sarebbe orribile», dice Salvini. «Chi perde tempo vuole solo salvare la poltrona. Per qualcuno prima la poltrona, per noi prima gli italiani. No inciuci! No governi tecnici! No giochini di palazzo! L'Italia dei Sì non aspetta, la parola subito al Popolo!», recita inoltre un tweet del ministro dell'Interno.

Lo scenario ipotizzato dal Salvini è escluso da Di Maio su facebook: «Caro Salvini stai vaneggiando, inventatene un'altra per giustificare quello che hai fatto, giullare», è la dura replica del M5S. «Questa storia di Di Maio-Renzi è una fake news di Salvini per nascondere il tradimento del contratto di governo e del Paese». Di Maio chiede quindi che si voti il taglio dei parlamentari prima di sciogliere le Camere e accusa Salvini di aver fatto saltare il banco per evitare l'approvazione del provvedimento: «Noi siamo pronti, della poltrona non ci interessa nulla e non ci è mai interessato nulla, ma una cosa è certa: quando prendi in giro il Paese e i cittadini prima o poi ti torna contro. Prima o poi ne paghi le conseguenze. Ad ogni modo c'è una riforma a settembre, fondamentale, che riguarda il taglio definitivo di 345 parlamentari. È una riforma epocale, tagliamo 345 poltrone e mandiamo a casa 345 vecchi politicanti. Se riapriamo le Camere per la parlamentarizzazione, a questo punto cogliamo l'opportunità di anticipare anche il voto di questa riforma, votiamola subito e poi ridiamo la parola agli italiani. Il mio è un appello a tutte le forze politiche in Parlamento: votiamo il taglio di 345 poltrone e poi voto».
09-08-2019

ARTICOLI CORRELATI
Salvini apre la crisi, governo Conte finito
 
 
 
 
 

Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy