METEO
BORSA
25/09/2020 14:32
POLITICA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
«Confusione sui social, nessun nuovo lockdown»

Così Conte alla Camera. Ieri in Senato la risoluzione a favore della proroga fino al 15 ottobre è stata approvata con 157 voti a favore, 125 contrari e 3 astenuti

«Il coronavirus non ha completamente esaurito i suoi effetti». Così il premier Giuseppe Conte riferisce stamani alla Camera sulla proroga dello stato di emergenza per la crisi seguita alla pandemia da Covid19. Ieri in Senato la risoluzione della maggioranza, a favore della proroga fino al 15 ottobre, è stata approvata con 157 voti a favore, 125 contrari e 3 astenuti.

Il presidente del Consiglio ha parlato in Aula tra i ministri Boccia, Speranza, Bonafede e Azzolina. «La pandemia purtroppo ancora oggi non ha completamente esaurito i suoi effetti, seppure, questo non sfugge alla comunità nazionale come al governo, in misura contenuta e territorialmente circoscritta. Se non si condivide la necessità di prorogare l'emergenza lo si dica in modo franco al governo ma non si faccia confusione sulla popolazione, perché oggi sui social c'è qualche cittadino convinto che prorogare lo stato d'emergenza significhi rinnovare il lockdown dal primo agosto. Non è affatto così».

Conte in Aula alla Camera ricorda poi che «la risoluzione approvata ieri al Senato propone come data il 15 ottobre» per la proroga dello stato d'emergenza da Coronavirus e «preannuncio che il governo, qualora venisse confermata qui alla Camera, si atterrà a questa indicazione temporale». «Manteniamo un cauto livello di guardia, non intendiamo introdurre misure restrittive. Vi posso assicurare che da parte del Governo, mia personale, di tutti i ministri non vi è nessuna intenzione di drammatizzare, né di alimentare paure ingiustificate nella popolazione. La scelta di prorogare lo stato di emergenza non è affatto riconducibile alla volontà di voler creare una ingiustificata situazione di allarme».

Nel pomeriggio, anche la Camera approva infine lo stato di emergenza: i voti a favore sono stati 286, i contrari 221. Il Consiglio dei ministri è stato convocato per questa sera alle 20.
29-07-2020

ARTICOLI CORRELATI
Conte: «Stop alle misure sarebbe incongruo»
 
 
 
 
 

Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy